Prova

Ricoveri

La CMT interviene a sostegno dei propri beneficiari erogando un contributo per ogni giorno trascorso in ospedali, cliniche del SSN in regime di day hospital, day surgery, day service, pre-ospedalizzazione e dimissione protetta (limitatamente, per quest’ultima, ai giorni di controllo e cura effettuati e debitamente certificati dal SSN)

CONTRIBUTO GIORNALIERO: 50,00 euro
MASSIMALE DI RIMBORSO ANNUO: 2.500,00 euro per nucleo familiare

Cosa presentare per il rimborso

  • certificato di dimissioni in cui siano indicati il regime di ricovero e i giorni di effettiva presenza

Precisazioni

  • non è rimborsabile il ricovero in Pronto Soccorso
  • il contributo è alternativo rispetto a quanto previsto per la medesima prestazione dagli altri articoli del presente Piano Sanitario

La CMT interviene a sostegno dei propri beneficiari erogando un contributo per ogni notte di ricovero in ospedali, cliniche del SSN in regime di ricovero o di osservazione breve intensiva

CONTRIBUTO A NOTTE: 50,00 euro
MASSIMALE DI RIMBORSO ANNUO: 9.000,00 euro per nucleo familiare

Cosa presentare per il rimborso

  • certificato di dimissioni in cui siano indicati il regime di ricovero e i giorni di effettiva presenza

Precisazioni

  • l’indennizzo non è previsto nei casi di decorso fisiologico del neonato (individuato in quattro giorni), di soggiorno in istituti per lungodegenti, case di riposo, cronicari o simili
  • il contributo è alternativo rispetto a quanto previsto per la medesima prestazione dagli altri articoli del presente Piano Sanitario

La CMT interviene a sostegno dei propri beneficiari rimborsando le spese sostenute in regime di ricovero ordinario o day hospital in ospedali o cliniche, che non comporti intervento chirurgico
Tale rimborso comprende esclusivamente:
a) spese per assistenza medica e infermieristica, cure, medicazioni, trattamenti fisioterapici e rieducativi, esami ed accertamenti diagnostici, sostenute durante il periodo di degenza
b) spese per rette di degenza, nella misura di quanto previsto dagli articoli 9.1 o 9.2

PERCENTUALE DI RIMBORSO: 75%
MASSIMALE DI RIMBORSO ANNUO: 8.000,00 euro per nucleo familiare

Cosa presentare per il rimborso

  • lettera di dimissione con l’indicazione delle prestazioni sanitarie eseguite durante il ricovero, anche in documento separato allegato alla fattura

Precisazioni

  • il rimborso non è previsto nei casi di soggiorno in istituti per lungodegenti, case di riposo, cronicari o simili

La CMT interviene a sostegno dei propri beneficiari che:
a) abbiano subito un trapianto di organi, nel caso in cui si rendesse necessaria la degenza post-operatoria in ambiente sterile diverso da quello ospedaliero
b) abbiano sostenuto sedute di radioterapia che rendano necessario un periodo di isolamento.

Il rimborso concerne le spese inerenti l’affitto di appartamenti o l’alloggio in strutture alberghiere

PERCENTUALE DI RIMBORSO: 80%
CONTRIBUTO MASSIMO GIORNALIERO: 100,00 euro
MASSIMALE DI RIMBORSO ANNUO: 5.000,00 euro per nucleo familiare

Cosa presentare per il rimborso

  • prescrizione terapeutica della Struttura sanitaria presso la quale è avvenuto l’intervento in cui sia indicata l’esigenza di soggiornare in un ambiente sterile
  • prescrizione terapeutica della Struttura sanitaria presso la quale è stata somministrata la radioterapia nella quale sia specificata la durata del particolare regime di degenza extraospedaliera
  • copia della fattura o ricevuta della struttura alberghiera o copia del contratto di affitto

Trasporto ammalati

La CMT interviene a sostegno dei propri beneficiari rimborsando le spese sostenute per:
a) il recupero o il trasferimento dell’ammalato, che si trovi lontano dal proprio domicilio, dal luogo di malattia o di successivo ricovero (ospedali o cliniche) al luogo di abituale dimora, avvenuto con mezzi di soccorso e/o di pronto intervento, per eventi occorsi su tutto il territorio nazionale, nonché per gli eventuali costi di viaggio sostenuti dall’accompagnatore al seguito
b) il recupero o il trasferimento dell’infortunato dal luogo di infortunio o di successivo ricovero al luogo di abituale dimora, avvenuto con mezzi di soccorso e/o di pronto intervento, per eventi occorsi su tutto il territorio nazionale, nonché per gli eventuali costi di viaggio sostenuti dall’accompagnatore per il recupero o trasferimento di cui sopra

PERCENTUALE DI RIMBORSO: 80%
MASSIMALE DI RIMBORSO ANNUO: 3.000,00 euro per nucleo familiare

Cosa presentare per il rimborso

  • certificato attestante lo stato di malattia o di infortunio e l’impedimento fisico
  • in fattura o documento allegato deve essere indicato il percorso del trasporto con indicazione del punto di partenza e di arrivo

Precisazioni

  • ai mezzi di soccorso e/o di pronto intervento sono equiparate le autovetture utilizzate da Enti di volontariato (Misericordia, Croce Rossa, Croce Verde ecc.) per il trasporto di malati

La CMT interviene a sostegno dei propri beneficiari rimborsando le spese sostenute per:
a) il recupero o il trasferimento dell’ammalato dal luogo di malattia o di successivo ricovero (ospedali o cliniche) al luogo di abituale dimora, avvenuto con mezzi di soccorso e/o di pronto intervento, per eventi occorsi al di fuori del territorio nazionale, nonché per gli eventuali costi di viaggio sostenuti dall’accompagnatore al seguito
b) il recupero o il trasferimento dell’infortunato dal luogo di infortunio o di successivo ricovero al luogo di abituale dimora, avvenuto con mezzi di soccorso e/o di pronto intervento, per eventi occorsi al di fuori del territorio nazionale, nonché per gli eventuali costi di viaggio sostenuti dall’accompagnatore per il recupero o trasferimento di
cui sopra

PERCENTUALE DI RIMBORSO: 80%
MASSIMALE DI RIMBORSO ANNUO : 8.000,00 euro per nucleo familiare

Cosa presentare per il rimborso

  • certificato attestante lo stato di malattia o di infortunio e l’impedimento fisico
  • in fattura o documento allegato deve essere indicato il percorso del trasporto con indicazione del punto di partenza e di arrivo

Precisazioni

  • ai mezzi di soccorso e/o di pronto intervento sono equiparate le autovetture utilizzate da Enti di volontariato (Misericordia, Croce Rossa, Croce Verde ecc.) per il trasporto di malati

Rimborsi per trasferte

La CMT interviene a sostegno dei propri beneficiari erogando un contributo per le spese sostenute dall’accompagnatore per ogni giorno di assistenza presso ospedali, cliniche o simili distanti oltre 75 Km dal luogo di residenza o effettivo domicilio, in caso di:
a) grande intervento chirurgico
b) intervento chirurgico e/o ricovero di minore di 18 anni
c) intervento chirurgico e/o ricovero dei destinatari delle prestazioni di cui all’articolo 12.1 del presente Piano sanitario

CONTRIBUTO GIORNALIERO: 100,00 euro
MASSIMALE DI RIMBORSO ANNUO: 5.000,00 euro per nucleo familiare

Cosa presentare per il rimborso

  • certificato di dimissione
  • autocertificazione indicante i giorni di effettiva assistenza prestata al beneficiario presso la struttura sanitaria

La CMT interviene a sostegno dei propri beneficiari erogando un contributo per le spese di viaggio sostenute per l’effettuazione di visite di controllo, accertamenti o terapie in strutture pubbliche distanti oltre 75 Km dal luogo di residenza o effettivo domicilio, resesi necessarie da malattie rare o patologie croniche invalidanti certificate dal SSN o neoplastiche maligne debitamente accertate

VIAGGIO: fino a 120,00 euro
VIAGGIO: fino a 180,00 euro in presenza di accompagnatore per:
1. minori
2. soggetti con impossibilità alla deambulazione autonoma o con necessità di assistenza continuativa
3. soggetti con minorazioni visive ai sensi della legge 3 aprile 2001, n. 138
MASSIMALE DI RIMBORSO ANNUO: 2.600,00 euro per nucleo familiare
I giorni di permanenza o ricovero del paziente nella struttura sanitaria sono rimborsati esclusivamente all’interno dell’articolo 9.1 del Piano sanitario

Cosa presentare per il rimborso

  • certificazione rilasciata dal SSN comprovante l’esistenza di patologia cronica o malattia rara
  • certificazione medica comprovante l’esistenza di patologia oncologica
  • certificazione della struttura specializzata comprovante l’effettiva effettuazione della prestazione sanitaria, la durata e la correlazione con la patologia cronica o
    oncologica

Precisazioni

  • gli importi relativi al viaggio verranno rimborsati in base alla spesa sostenuta, autocertificata dal socio utilizzando l’apposito modello, messo a disposizione dalla CMT
  • si intendono patologie croniche quelle ricomprese nell’Allegato 8 al DPCM 12 gennaio 2017
  • si intendono malattie rare quelle ricomprese nell’Allegato 7 del medesimo DPCM 12 gennaio 2017

Non autosufficienza

La CMT interviene a sostegno dei propri beneficiari affetti da patologie che abbiano determinato uno stato invalidante con impossibilità alla deambulazione autonoma e/o con necessità di assistenza continuativa, nel rimborso delle spese sostenute per:
1. prestazioni riabilitative
2. acquisto, noleggio e riparazione di ausili ortopedici (deambulatori, sollevatori, carrozzine e simili)

PERCENTUALE DI RIMBORSO: 90%
MASSIMALE DI RIMBORSO ANNUO: 6.000,00 euro per persona

Cosa presentare per il rimborso

  • copia del verbale di accertamento dello stato invalidante rilasciato dall’INPS
  • attestazione di pagamento della terapia riabilitativa o della prestazione socio-sanitaria
  • fattura di acquisto dell’ausilio ortopedico

Non sono rimborsabili

  • le prestazioni per i soci e i familiari a cui sia stato riconosciuto lo stato di non autosufficienza permanente da parte dell’assicurazione LTC della CMT

Precisazioni

  • i soggetti destinatari delle prestazioni di cui al presente articolo sono coloro i quali:
    1. beneficiano di indennità di accompagnamento o ai quali è stato riconosciuto lo stato di handicap in condizione di gravità, da parte dell’INPS
    2. beneficiano di assegno per assistenza personale e continuativa, riconosciuto dall’INAIL
  • le prestazioni di cui al presente articolo, in considerazione della loro particolare valenza solidaristica, non rientrano nel calcolo del contributo per “familiari non a carico” previsto dall’art. 2 del Regolamento
  • per le medesime prestazioni i soggetti con disabilità grave non potranno usufruire dei rimborsi previsti da altri articoli del Piano sanitario

La CMT interviene a sostegno dei soggetti disabili di cui all’articolo 12.1, nel caso in cui i medesimi trascorrano periodi di degenza diurna (anche in forma di day hospital) in ospedali, cliniche, strutture sociosanitarie o simili accreditati presso il SSN erogando un contributo per ogni giorno di permanenza nella struttura

CONTRIBUTO GIORNALIERO: 50,00 euro
MASSIMALE DI RIMBORSO ANNUO: 6.000,00 euro per nucleo familiare

Cosa presentare per il rimborso

  • certificazione della struttura indicante i giorni di effettiva presenza
  • autorizzazione del SSN all’erogazione di prestazioni riabilitative, comprensiva del piano di trattamento

Non sono rimborsabili

  • le prestazioni per i soci e i familiari a cui sia stato riconosciuto lo stato di non autosufficienza permanente da parte dell’assicurazione LTC della CMT
  • le prestazioni del presente articolo non sono rimborsabili con gli articoli 9.1 e 9.3

Precisazioni

  • i soggetti destinatari delle prestazioni di cui al presente articolo sono coloro i quali:
    1. beneficiano di indennità di accompagnamento o ai quali è stato riconosciuto lo stato di handicap in condizione di gravità, da parte dell’INPS
    2. beneficiano di assegno per assistenza personale e continuativa, riconosciuto dall’INAIL
  • le prestazioni di cui al presente articolo, in considerazione della loro particolare valenza solidaristica, non rientrano nel calcolo del contributo per “familiari non a carico” previsto dall’art. 2 del Regolamento
  • per le medesime prestazioni i soggetti con disabilità grave non potranno usufruire dei rimborsi previsti da altri articoli del Piano sanitario

La Cassa interviene a sostegno dei soci che abbiano aperto il sinistro ai sensi della polizza di Copertura collettiva per stati di non autosufficienza contratta dalla Cassa, quando dallo Schema di accertamento previsto dalla polizza risulti uno stato di non autosufficienza permanente.
Il riconoscimento del contributo è subordinato alla conferma dello stato di non autosufficienza permanente da parte dei medici legali della Cassa e decorre dal mese successivo a quello del ricevimento da parte dell’assicurazione del questionario e della documentazione medica esaustiva e cessa alla data di decorrenza della prima liquidazione da parte della compagnia.

DESTINATARI: esclusivamente i soci per cui sia attivata la copertura assicurativa LTC soci da parte della Cassa
CONTRIBUTO MENSILE: 1.500,00 euro
MASSIMALE DI RIMBORSO UNA TANTUM: 9.000,00 euro per socio in attesa del riconoscimento di LTC permanente

Cosa presentare per il rimborso

  • copia di tutta la documentazione inoltrata all’assicurazione per l’apertura del sinistro LTC, comprese le eventuali integrazioni richieste per la definizione dell’istruttoria

Precisazioni

  • restano esclusi coloro per i quali tale riconoscimento sia legato a patologie neoplastiche in trattamento radioterapico o chemioterapico
  • il diritto alle prestazioni del presente articolo esclude il ricorso alle prestazioni degli articoli 12.1 e 12.2 del presente Piano.

La CMT, in ottemperanza alla previsione contrattuale, interviene a sostegno dei soci a favore dei quali sia stato riconosciuto lo stato di non autosufficienza permanente ai sensi della polizza di Copertura collettiva per stati di non autosufficienza contratta dalla CMT
L’assistenza prevede il rimborso delle spese sostenute per:
1. prestazioni riabilitative
2. acquisto di ausili ortopedici (deambulatori, sollevatori, carrozzine e simili)
3. prestazioni sociali a rilevanza sanitaria di assistenza alla persona

DESTINATARI: esclusivamente i soci per cui sia attivata la copertura assicurativa LTC soci da parte della CMT
PERCENTUALE DI RIMBORSO: 100%
MASSIMALE DI RIMBORSO ANNUO: € 5.000,00 per socio riconosciuto in stato di LTC permanente

Cosa presentare per il rimborso

  • PRESCRIZIONI: copia della lettera di riconoscimento dello stato di non autosufficienza permanente della Compagnia assicuratrice
  • PRESCRIZIONI PUNTO C: ricevuta fiscale di cooperative sociali o di enti che forniscono prestazioni sociali a rilevanza sanitaria. Busta paga, contratto di lavoro per l’assistenza fornita da badanti.

Non sono rimborsabili

  • per le medesime prestazioni, i soggetti in stato di non autosufficienza permanente riconosciuto dall’assicurazione non potranno usufruire dei rimborsi previsti da altri articoli del Piano sanitario